Il Convegno Internazionale “Corruzione e Sprechi in Sanità” 2014

Con mio colpevole ritardo riesco solamente ora  a trattare uno degli eventi che dal mio punto di vista ha avuto una grande importanza per il mondo sanitario: il Convegno Internazionale “Corruzione e Sprechi in Sanità” 2014, organizzato da Transparency International Italia, Riscc e Ispe-Sanità, che ha avuto luogo a Roma lo scorso 18 settembre 2014.

Durante il convegno sono state confermate ancora una volta le cifre e le considerazioni riportate nel Libro Bianco sulla Corruption in Sanità presentato il 16 aprile presso la sede della Camera di Commercio di Roma (ora disponibile nella sua versione definitiva) e che ho brevemente desctitto in un mio post precedente (Corruzione in Sanità: il Libro Bianco di ISPE-Sanità): il valore della corruption complessiva nell’ambito della sanità italiana raggiunge l’impressionante cifra di 23 miliardi di Euro,  nel quale la corruzione in senso stretto (vale a dire rientrante nell’illecito penale) vi è ricompresa con un valore pari a 6,4 miliardi di Euro, mentre il rimanente rientra nella voce “inefficienze e sprechi“.

Una quadro corruttivo confermato anche da Transparency International che, prendendo spunto da quanto emerso dai risultati della rilevazione Global Corruption Barometer del 2013 dove risulta che il 40% della popolazione intervistata ritiene che tra coloro che lavorano nell’ambito della sanità pubblica siano diffusi comportamenti corruttivi (la media UE è del 30% della popolazione)  e dove addirittura un 4% degli intervistati afferma che nel corso del 2012 ha dovuto pagare tangenti per poter accedere ai servizi sanitari pubblici, individua le maggiori criticità nella debolezza del quadro normativo, nella difficoltà nell’effettuare i controlli e nella mancanza di poteri adeguati a livello di indagine e di sanzioni, nella sussistenza di un’asimmetria informativa, un rapporto opaco fra pubblico-privato, nell’ingerenza della politica, e nel basso livello di trasparenza.

Di seguito sono riportati alcuni video che, seppur brevi, rappresentano un veloce riassunto degli argomenti trattati durante questa giornata

Francesco Macchia
(Presidente di Ispe-Sanità)
Nicoletta Parisi
(Commissario dell’Autorità Nazionale Anticorruzione)
Virgino Carnevali
(Presidente di Transparency International Italia)

 

Dino Biselli

 

Fonti principali:
Ispe-Sanità
Quotidianosanità

 

Ulteriori approfondimenti:
Ispe-sanità Canale YouTube

Rispondi