Moxoff: i modelli matematici applicati in sanità

technology of the future

Coniugare matematica e medicina. Apparentemente le due discipline finora non hanno avuto molto in comune, soprattutto in ambito clinico, ma la situazione sta evolvendo e la collaborazione fra realtà di questi due settori sta diventando sempre più stretta. Un esempio di ciò è la startup Moxoff e il suo coinvolgimento nel progetto Math 4 AAA risk relativo all’aneurisma all’aorta addominale

 

E’ possibile che un’iniziativa nata per la ricerca e l’applicazione di modelli matematici avanzati e applicazioni numeriche innovative, oltre che per la definizione di algoritmi predittivi, possa essere parte attiva in progetti di ricerca avanzata relativi all’ambito medicale? La risposta a questo semplice quesito è: assolutamente sì.

Infatti non sono poche le aziende che si occupano del numero e dei modelli matematici, dei loro numerosi aspetti e delle loro innumerevoli modalità di applicazione, ad essere impegnate in ambito healthcare sia autonomamente sia attraverso la partecipazione a progetti a stretto contatto con aziende farmaceutiche e/o imprese produttrici di medical device. Già in qualche precedente post di questo blog sono stati illustrati alcuni progetti portati avanti da un colosso come IBM, ma ci sono altre realtà più piccole (e in non pochi casi di startup) che sviluppano e realizzano applicazioni e soluzioni davvero strabilianti, a sottolineare come la creatività e l’ingegno umano possono adottare diverse vie per affermarsi.

Uno degli esempi di queste piccole realtà è Moxoff, startup fondata nel 2010 e incubata nel Polihub, realtà del Politecnico di Milano la cui mission è quella di supportare le startup con un notevole grado di innovatività. Moxoff è per l’appunto uno spin off del Laboratorio MOXLaboratory for Modeling and Scientific Computing del Politecnico di Milano e

il modello di business è fondato sulla capacità di fare un concreto ed efficace trasferimento tecnologico e di know-how tra il mondo della ricerca e quello industriale.[…] Moxoff è l’anello di congiunzione tra questi due mondi ed è capace di valorizzare i risultati della ricerca trasformandoli in strumenti e servizi utilizzabili in modo affidabile e veloce in ambito industriale.

La professionalità dei collaboratori che operano all’interno di Moxoff può essere utile in molti ambiti, fra i quali ricompreso anche quello healthcare, come dimostrato dalla partecipazione dell’azienda al progetto europeo di ricerca Math 4 AAA risk (Mathematics for Abdominal Aortic Anevrysm Risk Assessment).

Derivato dal progetto MATHCARD (Mathematical Modelling and Simulation of the Cardiovascular System), frutto della collaborazione fra l’École Polytechnique Fédérale de Lausanne (EPFL) e il MOX, lo scopo di Math 4 AAA risk è quello di mettere a disposizione dei medici impegnati nel contrasto dell’aneurisma all’aorta addominale uno strumento in grado di fornire una stima delle pressioni che vengono esercitate sulle pareti dei vasi e di conseguenza del rischio di rottura degli aneurismi. Per fare questo, il progetto prevede la realizzazione di un’applicazione di supporto al medico fruibile su tablet e smartphone che sia in grado di ricostruire un’immagine 3D, con le relative misure della morfologia dell’aneurisma e i relativi indicatori di rischio.

Già da questa breve descrizione ci si può rendere conto della complessità del progetto, dei modelli matematici e degli algoritmi che lo caratterizzano. Ma la sua complessità è ancora maggiore poiché questa applicazione deve essere in grado di rendere disponibile anche delle simulazioni specifiche per ogni paziente che possano permettere la comprensione del comportamento del flusso del sangue nella zona dell’aneurisma.

Per raggiungere tali obiettivi è stato necessario costituire un team multidisciplinare in grado di esaminare ogni aspetto legato all’aneurisma all’aorta addominale e Moxoff rappresenta il principale braccio operativo di questo gruppo di lavoro, a cui si è aggiunta anche l’Università degli Studi di Milano. Da questa collaborazione ha avuto avvio un’iniziativa chiamata Math2Ward divenuta in seguito AXURGE dopo essere stata fra le iniziative finaliste di Bioupper.

AXURGE è una piattaforma che mette a disposizione del medico vascolare in modo semplice e diretto tutto ciò che è stato ideato con il progetto Math 4 AAA risk: grazie ad essa il medico ha a sua disposizione una ricostruzione 3D dell’aneurisma con le relative dimensioni (circonferenza del vaso nella zona di massima espansione, nella sua zona superiore e nella zona inferiore). La piattaforma offre l’opportunità di ingrandire a piacimento l’immagine, di esaminarne ogni suo aspetto a 360 gradi e di monitorare costantemente l’evoluzione dell’aneurisma, permettendo di valutare esattamente il se e il quando intervenire chirurgicamente.

Moxoff rappresenta la testimonianza che l’integrazione di due discipline, la matematica e la medicina, che apparentemente non sembrano avere a che fare una con l’altra sia in realtà la chiave per ottenere ottimi risultati nel contrastare patologie molto gravi. Ma soprattutto Moxoff testimonia come una startup iperspecializzata e aperta alla collaborazione con realtà di altri settori diversi dal proprio possa raggiungere risultati straordinari nella ricerca e nell’implementazione di applicazioni tecnologiche tese a risolvere problemi estremamente complessi.

 

Dino Biselli

 

Fonti Principali
Moxoff
AXURGE
Atti evento 05/05/16 – Health e Hyper Relevance

Rispondi