Digital Health per sordo-ciechi: dbGLOVE

dbglove_app_smartphone

Il progetto dbGLOVE realizzato dalla startup Intact Healthcare promette di rendere più agevole la comunicazione delle persone sordo-cieche con i propri interlocutori. Ciò è possibile attraverso un dispositivo da applicare sul palmo della mano sinistra, dotato di diciotto sensori in grado di trasmettere degli input tattili e di ricevere degli output sotto forma di vibrazione

Frontiers Health 2017: Healthcare meets Innovation

 Frontiers Health 2017

Due giorni intensi tutti dedicati all’innovazione digitale in ambito salute: ecco cosa è stata in estrema sintesi l’edizione 2017 di Frontiers Health, il principale evento annuale dedicato alla digital health che si è tenuto a Berlino il 16 e 17 novembre. Una manifestazione di successo alla quale hanno partecipato più di 400 protagonisti coinvolti a vario titolo nella digital innovation in ambito healthcare

L’Invecchiamento della Popolazione e la Digital Health

digital health sistema sanitario

Nei prossimi anni l’invecchiamento della popolazione avrà pesanti ripercussioni sull’economia e sulla società dei paesi avanzati in genere e soprattutto su quelle italiane. La sanità non sarà esentata dalle criticità derivanti da questo fenomeno che rappresenteranno una sfida per il nostro sistema sanitario nazionale. La digital health potrebbe rappresentare uno degli elementi in grado di garantire la sostenibilità del sistema

Le HR delle Life Sciences e la Digital Transformation

La funzione delle risorse umane nelle aziende healthcare si trovano oggi ad affrontare la sfida della Digital Transformation, imponendo un cambio nelle modalità di selezione del personale che fino ad oggi erano considerare un assoluto riferimento. A tal proposito Media for Health e Michael Page hanno organizzato un meeting dedicato a questi temi che ha avuto luogo lo scorso 24 maggio

Liberi pensieri sulla Digital Health

technology of the future

Tre appuntamenti dedicati alla digital health (organizzati rispettivamente da Gfk, Osservatorio Innovazione Digitale in Sanità, e Aboutpharma) hanno offerto degli spunti utili per far comprendere chi è il protagonista dell’attuale processo di innovazione tecnologica e digitale che sta rivoluzionando il mondo della salute. Il paziente ha concentrato su di sé le attenzione di tutti gli stakeholders del settore

Horus: la tecnologia che aiuta i non vedenti

Horus logo

Horus è un device di semplice utilizzo ma allo stesso momento altamente tecnologico il cui scopo è descrivere via audio cose, volti, ostacoli, e testi a persone non vedenti o ipovedenti. Il device è prodotto da Eyra (ex Horus Technology), startup innovativa italiana che rappresenta un’esemplare case history di successo.

Fra i cinque sensi umani, la vista è quello che nella maggior parte delle persone genera una grande preoccupazione nel momento in cui la si perde o comunque essa subisce una qualche alterazione a seguito di patologie o incidenti. Vivere al buio o non avere una capacità visiva che sia in grado di delineare in modo sufficiente ciò che ci circonda, significa non avere la visione della realtà in cui si è immersi.

Nel mondo, le persone che soffrono di disabilità visive sono quantificate in 285 milioni, di cui 39 milioni cieche. In Italia, secondo dati del 2005, gli ipovedenti sono quantificati in circa 1.500.000, mentre i ciechi risultano essere 362.000 persone.

Tale situazione già di per se può essere non solo fonte di una profondo disagio fisico, ma anche relazionale in quanto i non vedenti sono immersi in una realtà sociale basata sulla perfetta efficienza fisica e sensoriale. Tuttavia, un non vedente è, prima di tutto, una persona come qualsiasi altra, che soffre di una menomazione sensoriale.