Tech for Health: la Startup Competition di Sanofi

#MeetSanofi Tech for Health

Tech for Health è la startup competition lanciata da Sanofi per selezionare trenta startup che avranno la possibilità di prendere parte alla seconda edizione di Viva Technology, manifestazione che si terrà a Parigi nel mese di giugno. La presentazione delle startup italiane in gara è avvenuta durante il #MeetSanofi che ha avuto luogo lo scorso mese di marzo a Milano nella sede di Sanofi Italia

 

Le manifestazioni fieristiche dedicate alla tecnologia e al mondo digitale si stanno moltiplicando di anno in anno: siano esse organizzate dai grandi player mondiali della digital industry o frutto di iniziative “indipendenti”, pubbliche o private che siano, questi appuntamenti rappresentano sia una grande vetrina per mostrare le ultime innovazioni in fatto di tecnologia sia delle importanti opportunità per entrare in contatto con i protagonisti di questa rivoluzione e per conoscere persone o aziende con cui sia possibile avviare delle eventuali collaborazioni.

Uno dei prossimi grandi eventi di questo genere è Viva Technology che avrà luogo a Parigi nel prossimo mese di giugno, e la cui vision fornisce una chiara indicazione di quale sia il suo tratto caratteristico:

VivaTech exists to celebrate innovation. We know business success depends more than ever on innovation. And we believe that innovation will secure richer possibilities for our shared future.

Le Partnership fra Pharma e Tecnologia

technology of the future

Negli ultimi tempi aziende farmaceutiche e big della tecnologia hanno iniziato a cooperare nella ricerca e nella creazione di dispositivi di monitoraggio e di trattamenti per alcune gravi patologie come il diabete. Tuttavia nel prossimo futuro questa alleanza sarà assolutamente necessaria per raggiungere l’obiettivo della medicina personalizzata e per sconfiggere malattie ancora oggi incurabili

Le grandi multinazionali della tecnologia e del digital sembrano essersi “innamorate” del settore farmaceutico e medicale. Infatti nell’ultimo periodo è stato un susseguirsi di notizie relative a nuove partnership fra alcuni dei giganti del web e alcune multinazionali farmaceutiche o a nuove iniziative in ambito medicale e sanitario intraprese dai big player dell’industria tecnologica.

L’ultimo in ordine di tempo è il consolidamento dell’accordo di collaborazione fra Sanofi e Verily Life Sciences, la ex Google Life Sciences ora sotto il controllo di Alphabet, iniziato circa un anno fa e che in questi giorni si è concretizzato nella nascita della joint venture Onduo. Questa nuova iniziativa sarà focalizzata sulla prevenzione e cura del diabete attraverso la combinazione dell’esperienza di Verily nell’elettronica miniaturizzata, nella data analysis e nello sviluppo di applicazioni lato utente, con le approfondite conoscenze cliniche sulla patologia da parte di Sanofi.

Verily non nuova a questi tipi di accordi: già lo scorso primo agosto ha sottoscritto un’intesa con GlaxoSmithKline per mezzo del quale le due imprese hanno dato vita a Galvani Bioeletronics, una nuova azienda attiva nella ricerca, sviluppo e commercializzazione dei farmaci bioelettronici. Anche in questo caso l’intesa permetterà di coniugare le principali competenze delle delle due aziende fondatrici: la capacità di sviluppare e studiare medicinali e vaccini innovativi propria di GSK e l’esperienza di Verily nella miniaturizzazione elettronica.

L’Engagement del paziente diabetico: ricerca di GfK per 5Innovazioni

Lo scorso 19 maggio ha avuto luogo la serata di premiazione del progetto 5Innovazioni organizzato da Sanofi Italia (iniziativa già protagonista del precedente post intitolato 5Innovazioni: Sanofi e le best practice sul Diabete). Il progetto vincitore è stato quello promosso dall’associazione APGD (Associazione Pugliese per l’aiuto al Giovane con Diabete) dal nome “Vivere bene… con il diabete a scuola”.

Il progetto vincitore ha come obiettivo la formazione del personale scolastico allo scopo di consentire una vita migliore ai ragazzi affetti da diabete all’interno della scuola, oltre a permettere loro di affrontare con serenità la propria condizione. Tutto ciò si materializza nella garanzia di poter effettuare in orario scolastico tutte quelle attività, dal controllo della glicemia alla somministrazione dei farmaci, necessarie per monitorare e controllare la malattia usufruendo sia dell’assistenza di professionisti debitamente preparati sia del supporto di materiali informativi. Punto forte del progetto è stata la realizzazione di un cortometraggio dal titolo “Dolce come il miele” attraverso il quale i ragazzi hanno potuto descrivere la loro condizione.

5innovazioni: Sanofi e le best practice sul Diabete

5innovazioni_sanofi_logo
Il Diabete: una delle patologie più diffuse e a più alto tasso di incremento che esistono al mondo. Il Global Reports on Diabetes pubblicato dalla World Health Organization (WHO) ha stimato che nel 2014 i malati di diabete a livello globale sono stati pari a circa 422 milioni di persone, di cui circa 64 milioni in Europa. In Italia la percentuale di popolazione affetta da diabete è stata del 5,5%, pari a circa 3 milioni di persone.  E le prospettive da qui ai prossimi anni non sono affatto incoraggianti poiché si prevede un forte aumento del numero di malati diabetici e di morti causate da questa patologia, queste ultime pari a circa 1,5 milioni di persone nel 2012 (a cui vanno aggiunte altre 2,2 milioni di morti dovute a patologie riconducibili ad un eccesso di glucosio nel sangue).

Diffusione_diabete_mondo

  Prevalenza_diabete_mondo

Digital Marketing in ambito pharma: un breve aggiornamento

Nell’anno e mezzo di vita di MioPharma Blog ho sempre cercato di dare ampio spazio all’innovazione tecnologica con un particolare riguardo al digital marketing e al multichannelmarketing. In particolare, con due post da me scritti circa un  anno fa (Digital Marketing durante Cosmofarma: brevi considerazioni da un convegno e Il digitale nelle aziende farmaceutiche italiane) ho tentato di far emergere le potenzialità della rivoluzione digital in campo farmaceutico e le sue difficoltà ad affermarsi presso le aziende farmaceutiche italiane, anche se proprio nell’ultimo anno si è potuto assistere a significative case-history che potrebbero testimoniare un importante cambio di tendenza.

Un elenco dei principali strumenti che il digital marketingmette a disposizione delle aziende che operano nel campo delle Life Sciences è offerto dalla pubblicazione Digital Pharma Marketing: Come costruire una strategia digitale edito da Merqurio. Tali strumenti, che è possibile utilizzare singolarmente o in differenti combinazioni, sono:

La ripresa degli investimenti nel pharma in Italia

Qualche settimana fa il Primo Ministro Matteo Renzi nel corso di un suo discorso ha rilasciato le seguenti dichiarazioni:

“Sono tre i punti su cui dobbiamo puntare per rilanciare il farmaceutico:

  • Primo: regole più semplici sul fisco. Bisogna semplificare; pagare le tasse non è mai piacevole, pagarle in Italia è complicato;
  • Secondo: abbiamo bisogno di regole più semplici per il mondo del lavoro;
  • Terzo: il settore farmaceutico è un settore fondamentale. Dobbiamo modulare la spesa sanitaria in modo intelligente e aggredire ogni centesimo che viene buttato via.

Investire in questo settore, settore in cui vogliamo creare occupazione di qualità, è fondamentale per rendere l’Italia un punto di riferimento a livello mondiale”.

Tali affermazioni sono state rilasciate durante la tappa del Roadshow dal titolo “Produzione di Valore” organizzato da Farmindustria presso la sede della Merck Serono a Modugno in provincia di Bari e testimoniano, aldilà delle proprie opinioni politiche che naturalmente possono anche essere diverse da quelle sostenute dall’attuale maggioranza, un certa attenzione rivolta al settore farmaceutico e alla sanità in genere.

Il digitale nelle aziende farmaceutiche italiane

 

Nonostante il gentile invito del Dottor Mancini a prendere parte al primo Italian Digital Health Summit organizzato da AboutPharma che ha avuto luogo a Milano il 15 e il 16 maggio, a causa di alcuni impegni da me assunti nei giorni precedenti non mi è stato possibile essere presente alla maggior parte degli interventi di questo importante evento.

Tuttavia, l’avere assistito alla tavola rotonda che si è tenuta la mattina del 16 maggio, introdotta da un intervento di apertura di Sergio Liberatore (Managing Director di IMS Health), il cui tema era “Le nuove opportunità della comunicazione digitale per le imprese healthcare”, mi è stato utile per avere un quadro molto più nitido della diffusione del digital marketing nelle aziende farmaceutiche e di dispositivi medici italiane. A questa discussione hanno preso parte, oltre al Dottor Liberatore, anche Flavio D’Annunzio (CEO di Digital for Business), Stefano Zagnoni (Head of Strategic Multichannel and Innovation di Janssen-Cilag), Luca Naponiello (Communication Manager di Merck Serono), Riccardo Chiappani (Responsabile Comunicazione di Medtronic Italia), Daniela Poggio (Direttore Comunicazione Italia e Malta di Sanofi), e Leonardo Frezza (Partner di Frezza & Partners).